La danza del narciso: Fasi della relazione con un Narcisista Patologico

La danza del narciso

Chi è riuscito ad uscire da una relazione con un/una narcisista patologico/a, conosce bene lo stato di confusione, misto a senso di colpa e vergogna che si prova dopo essere stati abbandonati o avere avuto la forza di separarsi e mettere fine a una storia controversa, conflittuale e dai toni terrificanti.

Ci si ritrova spesso a pensare e ripensare ossessivamente a cosa sia potuto accadere affinchè quella persona –  che prima ci aveva idealizzato e amato così tanto –  improvvisamente ci svaluta, ci abbandona e ci considera il fulcro di ogni sua sofferenza, qualcuno da lasciare e abbandonare, al fine di salvare se stesso/a, o meglio quel falso se, quella maschera che protegge il/la narcisista dalle sue fragilità interne.

Le storie di amore che vedono protagonisti un/una narcisista e un/una co-dipendente affettiva/o sembrano ricalcare un copione, per questo è possibile delineare una serie di fasi cicliche.

LOVE BOMBING  E FASE DI IDEALIZZAZIONE

Il “bombardamento d’amore” è la modalità attraverso al quale il NP ci manipola e ingabbia nella dipendenza affettiva.

Ciò che lui/lei farà, sarà rispecchiare in tutto e per tutto le vostre esigenze più intime, sia a livello affettivo, che sessuale o puramente pratico.

Vi farà sentire lapersona più importante della sua vita, anzi, da quando ci siete voi, la sua vita è migliore, perchè “non siete come il suo/la sua ex, che lo/la aveva deprivato/a, rovinato/a, voi no..voi siete unici, speciali e lo/la farete felici veramente”.

L’idealizzazione nasconde già in sè la trappola del fallimento e del ricatto affettivo, perchè inconsciamente questa persona ci sta dicendo IO TI AMERO’ FINTANTO CHE TU MI RIMANDERAI QUESTA IMMAGINE DI ME”.

Questa immagine è spesso la proiezione di un Falso Sè, di una maschera che il NP utilizza per nascondersi, per non condividere realmente con l’altro la sua emotività, perchè mostrare una fragilità potrebbe equivalere a essere scoperti nelle loro reali fattezze di bambini terrorizzati soli e impotenti.

La fase di idealizzazione è caratterizzata da un vero e proprio bombardamento d’amore: attenzioni, regali, frasi. lusinghe, carezze, abbracci, sorprese… tutto da manuale; il/la partner si sentirà piacevolmente intrappolato in una perfetta simbiosi e inizierà senza neanche accorgersene a muoversi all’unisono con questa danza ipnotica.

Il NP vuole conquistare l’altro per accaparrarsi sicurezze: emotive, affettive, sessuali, economiche e per questo sa che deve attendere finchè “la sua preda” come nella tela di un ragno, sia sufficientemente stordita per iniziare ad abusarne.

Moltissime vittime di np, restano ancorati ossessivamente a quella prima fase d’innamoramento, perchè raramente con altre persone, dotate di una personalità mediamente sana, potremmo trovare un rispecchiamento così perfetto; questo perchè solo un narcisista da buon/buona camaleonte sa qual è il punto debole della preda che intende conquistare e rimanderà quindi al povero/povera malcapitato/a l’esatta immagine dell’amore ideale.

Questa fase è estremamente subdola perchè pochissimo tempo,la dipendenza è assicurata.

Il np ti rassicura, ti fa sentire amato/a la nel profondo delle tue più buie insicurezze, ti cerca, ti chiama, ti pensa..vive in te.

Tutta questa fase di conquista appare un copione perfetto, quasi deprivato dell’aspetto emotivo, spontaneo..graduale; il NP infatti non riesce a provare emozioni e che il contatto emotivo ed affettivo con l’altro lo/la terrifica.

Nonostante ciò, presi da questa travolgente esperienza, ci si ritrova spesso a progettare un futuro insieme, senza valutare gli aspetti razionali e concreti.. siamo certi di aver trovato l’anima gemella, la persona che ci farà veramente felici..e allora perchè aspettare?

In questa fase i NP utilizzano molte tecniche seduttive:

  • Rispecchiamento
  • Innalzamento del vostro Ego: sei la più bella/il più bello, il migliore a letto/la migliore a letto..etc etc..
  • Lusinghe sull’aspetto estetico
  • Linguaggio poetico e romantico
  • Promesse
  • Condivisione di valori, obiettivi e sogni

Il love bombing è una fase che nel corso della storia può anche ricomparire, soprattutto per sanare eventuali rotture o previsioni di abbandono.

il NP tiene l’ago della bilancia sempre flebilmente pari, mantiene in vita la sua vittima, ha interesse che lo/la ami sempre al fine di poterla parassitare meglio, non a cso i NP sono spesso definiti/e VAMPIRI ENERGETICI.

SVALUTAZIONE E ATTACCO ALL’AUTOSTIMA

Quando la fase di idealizzazione è completa, il NP inizierà a mostrare il suo vero volto, ma lo farà brevemente per poi tornare ad illudere la vittima.

Questa continua alternanza, genera nel co-dipendente affettivo una sorta di stordimento, di perdita di consapevolezza, che lo/la fa dubitare di se stesso/a, delle sue percezioni o intuizioni, fino a spingerlo/a sacrificarsi per il bene del legame, che nel frattempo il NP inizia a minare con dubbi, recriminazioni, ricatti morali, soprattutto se le sue volontà non sono soddisfatte.

Ecco che iniziano i primi TRADIMENTI, reali o simbolici, alle promesse, alla fedeltà, al legame, alla reciprocità affettiva, improvvisamente scompare il principe/la principessa e compare l’orco/la strega.

Ogni piccolo tentativo di abuso o deprivazione emotiva è volto a valutare quanto quella persona è disposta a sacrificarsi per il legame, per lui/lei, quanto è capace di impegnarsi per ricreare quelle condizioni iniziali in cui erano felici.

Le armi sono la svalutazione, il sarcasmo, le battute pungenti, le acute osservazioni su dettagli della vita privata dell’altro, le attente analisi dei suoi comportamenti scorretti e di quello che invece in quell’occasione sarebbe stato giusto fare per..

Un’altra arma potente è il silenzio, il muso e infine l’astinenza sessuale, intese come forme di negazione e deprivazione affettiva e intima dell’altro.

Insomma rivuoi il tuo principe/principessa? devi meritartelo! peccato che ogni cosa che farai, sarà sbagliata o insufficiente per guadagnare punti con il tuo NP.

Lui/lei saranno improvvisamente concentrati solo sui tuoi difetti e su come tu dovresti correggerli per essere veramente perfetto, per diventare l’amante/partner ideale che al suo cospetto possa brillare di altrettanta luce quanto lui/lei.

Peccato che il tuo NP non ha una sua vera identità, non sa chi è veramente, indossa maschere, spesso idealistiche di ciò che vorrebbe essere, nega ogni realtà ed è sempre in grado, chissà perchè, di far apparire te incoerente e misero/a.

ABBANDONO

Se siete fortunati/e dopo queste due fasi, il /la NP si stancherà di voi e vi abbandonerà, ha avuto ciò che desiderava, si è impossessato/a delle vostre fragilità, del vostro servilismo in nome dell’amore e se ne va quasi sempre svalutandovi al cospetto di una nuova vittima, che sarà l’idealizzata/o del momento.

SE ANCHE TU VIVI UNA RELAZIONE CON UN NP E NON SAI COME USCIRNE: chiama!

Non è facile uscirne e spesso le persone che hai intorno non ti crederanno, perchè il NP riesce sempre a mantenere una perfetta apparenza e perchè tu spesso sembrerai confuso, ansioso ed incoerente e quindi poco credibile.

SOLO CHI CONOSCE QUESTA FORMA RELAZIOLE SADO-MASOCHISTICA SA DI COSA STIAMO PARLANDO.

3398873385

Dottoressa Silvia Michelini

psicologiacoppia@gmail.com

 

13 commenti

  1. E’ la descrizione esatta di cio’ che ho vissuto..che impressione leggerlo………

  2. Ciao, ho appena finito una relazione con un uomo narcisista dopo un anno….tutta la descrizione che ho appena letto, corrisponde a lui….mi ha abbandonata durante un mio stato di salute delicato.Sono stata colpita da un ictus con ovvi stati morali devastanti, lui invece di comprendere il mio stato l’ha usato come spada x ferirmi, analizzando ogni mio atipico comportamento dettato dalla malattia….avevo intuito già qualche mese prima che era un narcisista,non sapevo fino in fondo di cosa si trattasse, causa del mio ictus è stato il dispiacere quando l ho capito..x i suoi comportamenti identici alla descrizione che ho letto..ora sto benissimo, vorrei solo dimenticare questo uomo che ho amato, probabilmente ho rabbia oppure non riesco a farmene una ragione di come pur avendolo capito, non sono stata capace di prendere la situazione in mano,ho involontariamente permesso di farmi avere la distruzione morale.

  3. Ho letto lui.Mi manca ancora tanto,ma sono scappata chiuso tutto.Svalutazione e Triangolazione dopo un love bombing dov’ero l’eletta in pastura,intanto che le altre ruotavano intorno in panchina, gli servono perché ha bisogno di tutto ciò che può arraffare negandosi intimamente.Non conoscono esse,evidentemente la patologia e se anche la conoscono la droga emotiva che gli è stata somministrata dal Np è un bisogno costante.

    1. Non è facile rendersi conto, perchè il/la NP ci fa credere che saremo noi quelle persone SPECIALI che lo/la salveranno
      😀

  4. […] La danza del narciso: Fasi della relazione con un Narcisista Patologico | Psicologia Di Coppia […]

  5. Il padre del mio adorato bimbo è un narciso…io purtroppo ne sono ancora “innamorata” e gestire la separazione con un bimbo piccolo (14 mesi) è difficile…tanto più che continua a dirmi che sono io quella malata…

    1. E’ il momento giusto per iniziare la terapia, al fine di non coinvolgere il vostro bambino all’interno della vostra malsana unione.

  6. Daniela anselmi | Rispondi

    Eh già…cu sono dentro…in gran caos…terribile

  7. Ho appena chiuso una relazione con una narcisista, una relazione che mi ha segnato in modo permanente. Le ho dato tutto di me e in cambio ho ricevuto solo indifferenza e accuse. Ho smesso di vivere la mia vita per dedicarmi a lei nella speranza di essere amato. Mi ha reso frustrato e insicuro, accusandomi di trattarla male. Sono andato da uno psicoterapeuta nel timore di essere io il problema e di essere un “dipendente affettivo” ma così non era. È parso subito chiaro quale fosse la vera causa del mio malessere. Tutte le caratteristiche descritte in questo e in altri articoli si sono rivelate in lei. Spero di dimenticare il più presto possibile questa esperienza. Ancora oggi, paradossalmente, in me aleggia un senso di colpa che non mi so spiegare. Tutt’ ciò è inquietante!

    1. ..”Sono andato da uno psicoterapeuta nel timore di essere io il problema e di essere un “dipendente affettivo” ma così non era. È parso subito chiaro quale fosse la vera causa del mio malessere”.
      Lei è stato molto fortunato ad incontrare un terapeuta così valido, tuttavia lavorerei anche su questo “Le ho dato tutto di me e in cambio ho ricevuto solo indifferenza e accuse. Ho smesso di vivere la mia vita per dedicarmi a lei nella speranza di essere amato”, perchè è certamente lo specchio di come lei vive le relazioni o le viveva.

      Qui si cela la soluzione
      “Ancora oggi, paradossalmente, in me aleggia un senso di colpa che non mi so spiegare”.
      Legga il mio articolo sul GUARIRE IL TRAUMA DA ABUSO NARCISISTICO, smettete di fare la loro diagnosi… li c’è una parte sull’empatia e sul senso di colpa, oltre che sull’elaborazione del lutto e “l’espulsione dell’oggetto narcisistico”.

      un grandissimo in bocca al lupo e tantissimi complimenti per il lavoro che ha fatto fino ad ora!
      😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *