Dott.ssa Silvia Michelini     psicologiacoppia@gmail.com

Chiama: +39 339 8873385

5 strategie con cui i narcisisti patologici manipolano e terrorizzano il partner

5 strategie di manipolazione con cui i narcisisti patologici manipolano e terrorizzano il partner I narcisisti maligni si avvalgono della strategia del caos per mantenere i loro interlocutori o...
Narcisismo Patologico e Aggressività: tra Invidia e Ingratitudine

Narcisismo Patologico e Aggressività: tra Invidia e Ingratitudine

Chi si relaziona (o si è relazionato con una persona affetta da NP) ha imparato a sue spese, che i narcisisti sono incapaci di provare gratitudine verso la vita e benché meno verso le persone – a meno che queste persone si pongano nella relazione come umili servitori infaticabili e soprattutto, muti. I narcisisti sono cechi rispetto all’oggetto (inteso come persona, situazione o cosa con cui ci si relaziona), possono mostrarsi gentili e umili, ma solo come strategia di manipolazione finalizzata a raggiungere un proprio obiettivo.
leggi tutto
Tecniche di Contro-Manipolazione Narcisistica

Tecniche di Contro-Manipolazione Narcisistica

Il miglior consiglio nel caso in cui siate intrappolati in una relazione con un/una manipolatore/trice (istrionico, border, narcisista, etc.etc..) è sempre il NO CONTACT, ma cosa accade se non possiamo o non vogliamo distaccarci da queste persone? Se ad esempio a manipolarci è nostra madre o nostro figlio? Cosa facciamo? Bisogna imparare a 1) Comunicare con i manipolatori in modo più sano ed efficace è il primo passo da fare per ricominciare,.. anzi.. cominciare a vivere imparando a fidarvi di voi stessi in primis, ma anche e soprattutto (molto più raro se lo schema di abuso narcisistico parte dall’infanzia) del mondo esterno. 2) Adottare strategie comportamentali finalizzate a preservare voi stessi ed evitare il conflitto. L’obiettivo della contro-manipolazione non è fare del male ai manipolatori, vendicarsi o a nostra volta manipolare, perché ricordiamo che i manipolatori affettivi sono in primis persone che soffrono e cercano lo scontro e il conflitto per canalizzare tutte le loro energie negative.
leggi tutto
La gelosia del genitore narcisista verso i figli

La gelosia del genitore narcisista verso i figli

Questo è un tema molto difficile da toccare, perché è difficile ammettere (sia da figlio che da genitore), che un genitore possa nutrire invidia o gelosia verso i propri figli: questione di possessività ed eccessivo amore o di scarsa realizzazione di se stessi e...

leggi tutto
Come comunicano i narcisisti? Come difendersi dalla comunicazione perversa dei narcisisti.

Come comunicano i narcisisti? Come difendersi dalla comunicazione perversa dei narcisisti.

La comunicazione è sana è rappresentata dall’intento del mittente di inviare al ricevente un messaggio ben formulato, chiaro e coerente con il contesto della comunicazione. La comunicazione è malsana e perversa quando di fronte a una richiesta di dialogo o confronto, l’interlocutore non sceglie di RISPONDERE veramente, ma inizia a creare confusione, ad utilizzare metodi comunicativi aggressivi e manipolatori come il sarcasmo, la negazione, l’ironia e soprattutto l’evasività. L’intento di questa comunicazione non è comunicare, ma confondere, al fine di ottenere dall’altro rifornimento narcisistico, uno fra tutti, il fatto che tu possa cedere, perdere la pazienza, che per un/una narcisista maligno significa mostrare la sua “forza” in un tuo momento di debolezza.
leggi tutto
Narcisismo, assenza di auto-controllo, carenza di empatia e rispetto dell’autorità: una questione individuale o un rischio psico-sociale?

Narcisismo, assenza di auto-controllo, carenza di empatia e rispetto dell’autorità: una questione individuale o un rischio psico-sociale?

Il narcisismo è determinato biologicamente oppure è il risultato dell’interazione di un mix di cause scatenanti tra cui fattori genetici predisponenti, gravi traumi affettivi e l’esito di una relazione compromessa con il proprio ambiente sociale e culturale?. A livello educativo, la società è passata da uno stile autoritario repressivo ad uno lassista permissivo, per questo le famiglie (e in generale le istituzioni), oggi fanno più fatica a far comprendere ai più giovani l’importanza di sapersi porre dei limiti e rispettare le regole. Si può quindi ipotizzare un nesso causale tra la caduta dei valori morali, l’affermarsi all’interno della società post-moderna di filosofie positiviste ed auto-deterministiche (il successo, la felicità forzata e la visibilità a tutti i costi), la confusione e l’assenza di riferimenti e/o ideali e lo sviluppo (o il rinforzo) di personalità narcisistiche.
leggi tutto
Psicologia di coppia
Dott.ssa Silvia Michelini
Psicologa esperta in Affettività, Trauma e Relazioni. Ideatrice e fondatrice del Metodo Lei&Lui®