Pulizie Domestiche? Per 6 Italiani Su 10 Causa Di Crisi Della Coppia

La coppia scoppia tra le pareti domestiche e la principale causa e’ la gestione delle fatidiche faccende di casa.

Ben sei italiani su dieci (63%) affermano infatti che la prima causa dei conflitti tra marito e moglie nasce proprio per la cura della casa.

E’ quanto emerge dallo studio promosso dall’osservatorio Spontex Home Loving Project, creato da Mapa Spontex Italia, uno dei colossi internazionali dei prodotti per la cura della casa e che ha commissionato uno studio quali-quantitativo attraverso 501 interviste telefoniche a uomini e donne di età compresa tra i 18 e i 65 anni e il coinvolgimento di oltre 70 esperti tra psicologi, sociologi, avvocati matrimonialisti, mediatori familiari, architetti e responsabili di associazione di categoria.

Lei vuole avere tutto sotto controllo” (71%), ”vuole fare tutto in prima persona’‘ (66%), ”sembra l’unica e sola padrona di casa” (59%) affermano gli uomini. ”Lui non vuole fare nulla” (63%), ”non mi aiuta mai” (61%), ”vuole fare solo le cose che gli piacciono” (58%), affermano invece le donne. E anche quando decidono di farle insieme, sulle pulizie di casa non si trova mai il momento che va bene ad entrambi tra le ”lei” che vorrebbero farle solo la mattina e i ”lui” che preferirebbero altri orari.

Lamentele e controversie che pero’ adesso possono trovare una soluzione grazie all’Home Loving, tendenza/terapia che sta prendendo sempre piu’ piede in molte parti del mondo, soprattutto in Usa e Regno Unito, e che adesso arriva anche in Italia, che proprio attraverso le faccende di casa trova il modo di far aumentare il dialogo e la condivisione all’interno della coppia.

Per sette esperti su dieci le faccende di casa possono trasformarsi in un collante di coppia. Il segreto? Condividerle, ”giocare insieme” e aiutare il/la partner in quelle che proprio non ”digerisce”.

Il 68% degli esperti ritiene che l’organizzazione dei ruoli nella gestione delle faccende domestiche e’ il primo punto su cui fare leva per evitare i conflitti tra le pareti domestiche. E la base e’ la condivisione, cosa, che a sorpresa, sembra piu’ difficile da accettare per le lei: sono soprattutto le donne a voler fare le pulizie in solitudine, come sottolinea il 69,2% delle intervistate che commenta ”lui non e’ di nessun aiuto”, ”e’ impacciato e mi fa perdere piu’ tempo”, solo per citare qualche risposta al femminile). I piu’ propensi a condividere le faccende di casa sembrano essere invece gli uomini: solo il 32,9% degli uomini preferisce occuparsene da solo.

Un altro aspetto da non mettere in secondo piano, e’ l’approccio alle faccende di casa: devono diventare un vero e proprio lavoro di squadra, afferma il 57% degli esperti, una sorta di gioco di coppia in cui si partecipa insieme per raggiungere il risultato finale. Ecco perché è stato chiesto agli italiani quali sono le faccende domestiche che preferiscono fare?

Per gli uomini al primo posto nelle preferenze c’e’ il lavare i piatti (31,3%), seguito dallo stirare (23,6%) e dal passare l’aspirapolvere (22,1%). Seguono il pulire il bagno (21,1%), il lavare i pavimenti e il riordinare (rispettivamente indicate dal 14,9% e dal 14,7%). E le donne? Al primo posto nelle preferenze femminili c’e’ il pulire il bagno (32,5%), seguito dallo stirare (30%) e dal lavare i piatti (28,8%). Quarto posto per un’attivita’ che gli uomini non amano moltissimo, ovvero il lavare i pavimenti (28,2%), seguito dallo spolverare (25,2%) e dal riordinare le camere (22,7%).

Per il 59% degli esperti, coinvolti nello studio dello Spontex Home Loving Project, anche il momento della giornata risulta fondamentale perche’ le faccende domestiche non diventino motivo di scontro. Da qui la domanda rivolta al campione di donne e uomini italiani, qual e’ il momento della giornata per fare le pulizie di casa? Dalle risposte emerse il momento ideale appare la mattina, votato soprattutto dalle signore (66,9%) e dal 61% degli uomini, anche se questi ultimi sono propensi a farle anche in altri momenti, persino dopo cena (8,2%): ”la domenica mattina magari si potrebbe rimanere a letto un po’ di più, invece di lanciarsi in una maratona di pulizie tra stracci per pavimento e aspirapolvere”.

Ma oltre a ”condividere le faccende”, perche’ le pulizie non diventino un motivo di scontro o quantomeno di scontento per uno dei due, ci sono anche altri accorgimenti. La musica e’ di grande aiuto, ecco perche’ secondo il 49% degli esperti e’ bene accompagnare il lavoro con una buona colonna sonora condivisa. Importanza confermata dalle risposte alla domanda ‘cosa le piace o le piacerebbe ascoltare per accompagnare le faccende domestiche’? Uomini e donne votano come colonna sonora ideale delle pulizie di casa in generale la musica e la radio rispettivamente con 61,9% e 47,4%.
Compagni ideali anche i programmi della Tv, preferiti soprattutto dalle signore 28,8% rispetto al 13,1% degli uomini.

Ecco le regole degli esperti per applicare l’Home LovingTherapy.

1^: evitare atteggiamenti e comportamenti dominanti nell’approccio alla cura della casa.

2^: visto che ciascuno ha le proprie preferenze, parlarne e dividersi i compiti in maniera proporzionale alle proprie attitudini.

3^: la cura della casa deve diventare un gioco di coppia, quindi mai legarsi alla routine, sostiene il 57% degli esperti. I due partner devono contribuire insieme per raggiungere il risultato finale.

4^: scegliere in maniera armonica l’ora o il momento ideale della giornata. Un aspetto da cui non si deve mai prescindere, dice il 51% degli esperti.

5^: condividere che cosa ascoltare nello svolgimento delle faccende domestiche, come consiglia il 46% degli esperti. Una buona colonna sonora puo’ aiutare a dare armonia al lavoro e quindi anche a quello di casa.

Fonte: http://www.adnkronos.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *