Tag: vampiri energetici

Genitori Narcisisti: conoscere le conseguenze psicologiche dell’abuso narcisistico sui figli

Conoscere il genitore narcisista e le conseguenze del narcisismo sui figli

Questo articolo è dedicato a TUTTE E VITTIME DI GENITORI AFFETTI DA NARCISISMO PATOLOGICO che ho incontrato lungo il mio cammino e che ho aiutato; a tutte quelle anime spezzate, quei cuori aridi, quei vuoti incolmabili , quei percorsi di sofferenza.. a tutti quei bambini abusati di ieri e adulti che oggi non si conoscono e fanno fatica ad AMARSI.

A tutti coloro che si sono nascosti in una sfera di vetro, in cui ascoltare solo il silenzio, lontano dalle urla, lontano dal dolore, a tutte quelle persone che si sentono in colpa perchè ESISTONO o perchè SONO NATE, che non hanno mai conosciuto amore, che non sanno cosa sia e non sanno riconoscerlo e per questo ancora oggi, cadono preda di manipolatori emotivi.

A tutti coloro che si sentono sbagliati, in cerca di un  amore da cui fuggono…

e in particolare a

VALERIO.

Dr.ssa Silvia Michelini

Si parla spesso di narcisismo e di dinamiche relazionali tossiche nella relazione di coppia, ma spesso si dimentica di analizzare come queste dinamiche di relazione si ripercuotano sui figli.

Le dinamiche affettive e relazionali infatti, sono interiorizzate dai figli sotto forma di “copioni”, schemi di relazione, stili di attaccamento e si ripercuotono positivamente o negativamente sulla loro vita affettiva.

Ognuno di noi può facilmente rendersi conto di come certe paure, schemi di comportamento, sensazioni, emozioni “scattino in automatico” funzionino come una “coazione a ripetere” di copioni familiari già vissuti.

Non basta rendersi conto che quello che abbiamo vissuto in famiglia è sbagliato, ci ha fatto soffrire e non vogliamo riattuarlo per essere salvi; questi schemi sono inconsci, atavici e scattano in ogni situazione che riattiva quel pattern emotivo e di comportamento, soprattutto quando ci si trova ad incarnare il ruolo del marito/moglie o genitore e per questo identificarsi inconsciamente con il genitore abusante (sia da un punto di vista fisico o emotivo) è facile.

Continua a leggere →

Ti amo e Ti odio: Come uscire dalla relazione con un soggetto borderline

Chi è un Borderline

bpdzentangle

Si sente spesso parlare di soggetti “borderline”, condotte border, atteggiamenti border, funzionamenti border, amori border, ma che vuol dire “borderline”?.

Diciamo che “borderline” significa linea di confine, è un termine che sta ad indicare un limite ed è molto usato – anzi spesso abusato – in ambito psichiatrico.

In psicologia il termine borderline può indicare sia un disturbo di personalità specifico (Border Personality Disorder) che un aggettivo per valutare il livello di gravità di un disturbo di personalità in generale “borderlineness” ossia un funzionamento psicologico “al limite” che  può riguardare qualsiasi disturbo di personalità (esempio personalità paranoide con un funzionamento borderline) e che in genere è legato all’utilizzo da parte della persona, di difese (meccanismi di difesa) molto primitivi come la scissione, la negazione, l’identificazione proiettiva.

In questo articolo ci occuperemo di descrivere il funzionamento psicologico di una persona affetta da BPD all’interno di una relazione di coppia e di come sia difficile per chi ci si trova distaccarsene.

Continua a leggere →